Metodologia

Soggiorni estivi per ragazzi

Divertimento tra sport e natura

Per il conseguimento dei su elencati obiettivi è importante avvalersi di un’equipe di istruttori e di educatori, il cui compito è quello di sensibilizzare e coinvolgere i giovani ospiti nei diversi momenti della vita del soggiorno, siano essi riferiti alla gestione della vita pratica che all’ideazione e realizzazione delle altre attività del campo (naturalistiche, sportive, motorie, di conoscenza ed espressive).

Si propone un approccio ludico-sportivo ai temi da trattare, attraverso attività sportive e naturalistiche quali la vela, la canoa, l’equitazione, la mountain-bike, il trekking, l'orienteering, che risultano essere tra i metodi più efficaci per attirare l'attenzione dei ragazzi.

E’ ovvio che l’approccio a questi sport e l’organizzazione stessa di alcuni momenti fondamentali della vacanza sono stati programmati in maniera diversa rispetto alle differenti fasce d’età.

Mari solcati da tempi antichi

La storia del Metapontino è una storia di grandi migrazioni: Micenei, greci, romani, hanno trovato alle foci dei fiumi lucani le condizioni ideali per sfruttare terreni agricoli fertilissimi, lasciandoci in eredità tracce di civiltà e culture ancora largamente inesplorate, nella netta sensazione di partecipare a una grande avventura nel bel mezzo di colonie greche di cui ancora poco si conosce e di cui si intuiscono soltanto i contenuti.

La costa jonica, lunga 35 km circa, offre a quanti la visitano vasti arenili di sabbia finissima e ampie spiagge di sabbia e ciottoli nel tratto di costa più a sud che guarda verso il Parco Nazionale del Pollino. Qui, nell’VIII secolo a.C., nacquero le città della Magna 
team insegnanti
Grecia: Metaponto, Heraclea, Siris Pandosia, i cui segni sono visibili negli scavi archeologici di Metaponto e Policoro e nei loro importanti Musei.

Il nostro tratto di costa, compreso tra Policoro e Nova Siri, è il cuore pulsante del turismo nelle terre della Magna Grecia: presenta ampie distese di sabbia, acqua cristallina, fondali profondi popolati da delfini e tartarughe marine. Dimora della Riserva del Bosco Pantano, che alla foce del fiume Sinni ricorda le impenetrabili foreste igrofile che solo fino a cinquant’anni fa ricoprivano le dune in prossimità del mare. Ed è proprio in questo scenario che prendono forma i percorsi didattici-formativi, in un perfetto connubio tra discipline sportive, naturali e culturali.
Volete scoprire tutti i progetti della Siritide Viaggi dedicati ai giovani? Venite a trovarci a Policoro in Via Stigliani, 6
Share by: